Vai al contenuto

FAQ

Cos’è la vaginosi batterica?

Di solito la vagina emana un proprio odore, il che non deve essere fonte di preoccupazione. Tuttavia, se la vagina emana un forte odore che assomiglia a quello del pesce marcio, potrebbe essere in corso una vaginosi batterica, abbreviata VB. La vaginosi batterica è la principale infezione vaginale che causa cattivo odore, e in Europa colpisce una donna su quattro. Le donne in età fertile hanno il rischio più alto di sviluppare una vaginosi batterica, ma è possibile contrarla a qualunque età. Anche se la vaginosi batterica è causata da un disequilibrio batterico e non è ritenuta una malattia sessualmente trasmissibile, può aumentare il rischio di contrarre malattie più gravi, ad esempio la clamidia. Puoi provare a prevenire i sintomi legati alla vaginosi batterica con prodotti acquistabili online o nella tua farmacia di fiducia.

Cos’è una micosi, ovvero un’infezione vaginale da lievito?

Hai una sensazione di prurito e irritazione alla vagina? Hai notato perdite dense, bianche e grumose? Hai una sensazione di bruciore attorno alla vagina durante la minzione? In questo caso è molto probabile che tu abbia un’infezione da lievito – e non sei la sola. Ben tre donne su quattro hanno avuto almeno un episodio di micosi nell’arco della vita, e molte donne soffrono di frequenti recidive. Fortunatamente le infezioni da lievito non sono pericolose e per la gran parte puoi provare a trattarle e prevenirle con prodotti acquistabili online o nella tua farmacia di fiducia.

Perché avverto la sensazione di secchezza nella vagina?

Le vampate di calore e l’irregolarità del ciclo indicano che la menopausa sta per arrivare. Ma sapevi che anche la secchezza e l’irritazione della vagina sono sintomi comuni in menopausa? Il motivo è che la vagina cambia nel tempo: normalmente gli estrogeni aiutano a lubrificare la vagina e a mantenerla in salute, ma quando entri in menopausa la produzione degli ormoni sessuali femminili cala drasticamente. Ne risulta che le mucose vaginali diventano più sottili, secche e più soggette a infiammarsi; questo fenomeno è detto atrofia vaginale. Tuttavia, la menopausa non è l’unica causa del calo dei livelli di estrogeni. Anche il parto, l’allattamento al seno, determinati disturbi di salute e l’assunzione di contraccettivi orali possono indurre una diminuzione degli estrogeni e causare a loro volta secchezza vaginale. In altri casi la secchezza non è affatto legata agli estrogeni, bensì a un’igiene eccessiva. Indipendentemente dalla causa della secchezza vaginale, esistono alcune soluzioni che ti possono aiutare.